Condividi


Tre presidi No Tav incendiati in tre settimane in Val di Susa. In mancanza di argomenti da opporre ai valsusini (leggi e scarica il volantino) restano solo i metodi mafiosi. Nessuna parola contro gli attentati finora da parte del comitato pdimenoellino dei Si Tav, il duo Bresso – Chiamparino. La prima impegnata a cementificare il Canavese con Mediapolis, il secondo a progettare nuovi inceneritori. Sarà dura!
“No Tav Attentato Incendiario al Presidio di Bruzolo. Nella sera del 31 Gennaio alle ore 22,00 è stato compiuto l’ennesimo attentato al Presidio No Tav di Bruzolo in Valsusa. Soltanto i vili e mafiosi si nascondono dietro agli attentati di stampo mafioso! La Valle che resiste, ora e sempre No Tav.” manuela bellandi