Condividi

Il virus italiano si sta espandendo in Europa. Il Parlamento Europeo è infestato dai nostri condannati in trasferta (non tutti, alcuni rimangono in Italia). Aiutiamo l’Europa a sviluppare gli anticorpi legislativi.
“Caro Beppe, in Italia sappiamo di avere condannati che siedono in Parlamento. Molti però non sanno che ne esportiamo anche in Europa. Aldo Patriciello, Mario Borghezio, Vito Bonsignore sono solo alcuni esempi. Ad oggi, i criteri di candidabilità al Parlamento Europeo fanno riferimento alle leggi dei Paesi membri. Visto che in Italia non esiste ancora una legge che vieti ai condannati di poter essere eletti al Parlamento, questi possono tranquillamente venire eletti anche a Strasburgo e Bruxelles.
Chiediamo al Parlamento Europeo di modificare la norma europea che disciplina l’elezione dei parlamentari in Europa. Abbiamo tempo ancora fino a maggio per proporre l’emendamento. Poi il testo sarà votato e sarà troppo tardi.
Ho preparato un testo da inviare alle istituzioni europee, che puoi trovare sul mio blog. Scriviamo tutti!” Andrea D’Ambra