Condividi

“L’altra sera, Di Maio Luigi, un ragazzo fortunato che è passato improvvisamente da figlio di famiglia a vicepresidente della Camera, e tale Di Battista, mi facevano tenerezza. Hanno parlato per mezz’ora. Sembrava che in tv ci fosse Kennedy, Roosevelt o Camillo Benso conte di Cavour. Ho visto Di Maio e mi veniva in mente la canzone di Heidi: Ti sorridono i monti”.
Vincenzo De Luca