Condividi

Parole Guerriere – Seminari Rivoluzionari
«Sinistra? Destra? Rivoluzione? Scenari politici del XXI secolo» Martedì 10 aprile alle ore 17.30 presso l’ Aula dei Gruppi Parlamentari della Camera dei Deputati, Roma.

di Dalila Nesci – Siamo in un momento storico cruciale o forse ci piace pensare che lo sia? Ad ogni modo dobbiamo prenderci carico della crisi profonda della nostra società. Dunque è nelle nostre potenzialità compartecipare all’emancipazione delle nostre comunità dalla povertà economica e dal disagio sociale creato dalla competitività sfrenata che ci obbliga al cannibalismo reciproco di emozioni e sentimenti. Da qui la necessità di ripartire dalle parole, guerriere ma di pace, per pensare nuovi mondi ed agire in maniera rivoluzionaria: “le parole come armi potenti per ribaltare la realtà” diceva Beppe Grillo nel suo storico discorso a Piazza San Giovanni nel 2013.

Il MoVimento 5 Stelle nasce dalla volontà di sovvertire le imposizioni economiche del neoliberismo imperante e dal desiderio di mettere al centro della politica l’individuo inteso come persona che esiste in relazione con l’ambiente circostante. Da quando frequentiamo i palazzi istituzionali abbiamo concretamente compreso che è molto facile perdere di vista il senso della realtà ovvero la lucidità che serve a meditare soluzioni politico-amministrative di lungo periodo. Con questa consapevolezza ho promosso – all’interno della Camera dei Deputati – un ciclo di approfondimenti, aperto a tutti, sulla forza travolgente del pensiero e della parola per cambiare la politica: «Parole Guerriere. Seminari Rivoluzionari» oramai arrivato all’ottavo appuntamento (vai qui per vedere tutti i video completi). I Seminari si propongono di coinvolgere personalità di varia formazione e cultura, allo scopo di divenire un luogo di confronto e di dialogo sulla crisi del sistema dominante, che si sta sempre più configurando come una oligarchia finanziaria, industriale, ed editoriale. Questo sistema sembra rappresentare l’ultima forma di una modalità di essere umani, dominata dalla paura e dall’avidità, che risulta appunto ogni giorno più palesemente insostenibile, distruttiva e ingiusta.

Gli scenari politici del XXI secolo si profileranno su una premessa di partenza: le ideologie novecentesche dei partiti di destra e di sinistra hanno esaurito la loro forza propulsiva. C’è da ripensare il senso complessivo della nostra presenza sulla terra. La realtà fisica ormai integrata sempre di più con la rete fa’ di noi degli uomini e delle donne nuovi. Ma la novità in cosa consiste? Cercheremo di capirlo e costruirlo insieme. Si tratta insomma di comprendere la ricaduta politica di queste trasformazioni che non sono soltanto sociali ed economiche, ma che agiscono a livello mentale ed esistenziale profondo, anche grazie agli sviluppi delle tecnologie della comunicazione e della rete.

L’intento è quello di contribuire ad approfondire il senso di una rivoluzione culturale che sta già modificando radicalmente la nostra società. Tutti ormai concordano sulla portata antropologica della svolta in atto, ma mancano ancora chiavi interpretative adeguate dei rivolgimenti in cui siamo immersi.

Sono del parere che le nostre comunità, che hanno intrinseche capacità evolutive ed in sé proprie degenerazioni, sono l’origine ma anche la soluzione dei propri mali, a patto che si accetti di poter fare la rivoluzione, di poter cambiare tutto se è necessario.

Il M5S che ad oggi rappresenta un unicum nella storia della politica dell’Occidente, ha la responsabilità di interrogarsi sul futuro, di capirlo, di studiarlo e anticipare soluzioni politiche ai problemi e alle esigenze della società che via via si presenteranno.

Il prossimo appuntamento dal titolo «Sinistra? Destra? Rivoluzione? Scenari politici del XXI secolo» si terrà martedì 10 aprile alle ore 17.30 presso l’ Aula dei Gruppi Parlamentari della Camera dei Deputati. Parteciperanno insieme a me: Enrica Sabatini, Gianluigi Paragone e Marco Guzzi.

Per partecipare accreditarsi qui:
https://goo.gl/forms/wQ3fUUn1GgLf6WuQ2

Continueremo insieme a seminare idee e visioni capaci di orientare questo tempo straordinario e ricco di potenzialità evolutive del tutto inedite.