Condividi
La carica dei 101
(7:40)

Il Passaparola di Beppe Grillo

“Ci siamo, comincia un’altra avventura con le liste, sono 101 liste, quindi saremo la Carica dei 101, girerò con il solito camper. Sarà un tour per riproporre un altro tipo di vita, “Torniamo a vivere” perché non ci si può alzare al mattino con l’ansia, con questa catastrofe che sentiamo tutti i giorni. Torniamo a vivere nel non vedere più questa gente, non ce l’ho con la politica, i partiti che sono morti, che adesso lo dicono tutti, noi lo dicevamo 4/5 anni fa…

Torniamo a vivere (espandi | comprimi)
Ce l’ho con queste facce da culo, ce l’ho proprio con le persone, ho un senso opprimente, vedere questa gente, i padri e le madri di questa vergogna che è diventata l’Italia proporsi come i salvatori, come quelli che propongono il rimedio, prima ti causano la malattia, poi ti vendono il farmaco e il rimedio. Torniamo a vivere!
Riappropriamoci delle città, noi facciamo un tour e saremo in 101 città, dove posso andarci fisicamente ci sarò. Partiamo da Lecce, Taranto, veniamo su, facciamo Alessandria, Acqui, Genova, Verona, Parma, Piacenza, siamo in tutti i capoluoghi. C’è stato un raddoppio della percentuale delle liste rispetto all’anno scorso.

Il comune è la linfa della politica (espandi | comprimi)
Non è possibile continuare con la stessa valuta della Germania, siamo stati globalizzati, non siamo intervenuti nella globalizzazione, è alla rovescia, questi finti industriali che sono vissuti di sussidi statali che fanno il Made in Italy trasferendo la produzione, bisogna tassare la produzione di gente che va a fare il Made in Italy fuori.