Condividi

“A Benevento c’è un’azienda a cui il Comune a guida PD, con un appalto di 2 milioni di euro l’anno, ha affidato la preparazione e il confezionamento dei pasti che ogni giorno vengono serviti ai bimbi di 14 mense scolastiche della città. Questa azienda, la Ristorò Srl, in questi giorni è finita sotto i riflettori per un’inchiesta giornalistica dal titolo ‘Qui vengono confezionati pasti per bambini tra vermi e zolfo‘. Le testimonianze mostrano che l’azienda cucina e confeziona pasti per bambini violando le elementari norme di igiene. Lo scorso inverno le cuoche hanno segnalato la presenza di insetti e vermi nella pasta e ceci che stava per essere distribuita nelle scuole e che i responsabili dell’azienda hanno tentato di far sparire ogni traccia dei pasti contaminati.
Il M5S già dal 2013 aveva lanciato un campanello d’allarme sulla qualità del cibo che arrivava nelle 14 mense servite dalla Ristorò, e in cui mangiano circa 1800 bambini dai 3 anni in su.
Con una prima istanza presentata al Comune abbiamo chiesto una mensa biologica e a km 0, ma la nostra richiesta è stata lasciata cadere nel vuoto dall’Amministrazione, nonostante ci fosse anche un esposto al Prefetto; poi una nuova istanza a febbraio scorso, sempre al Comune di Benevento e di cui si attende ancora risposta, e infine un’interrogazione parlamentare presentata al Senato. Vorremmo sapere, ma soprattutto lo vogliono sapere i genitori dei bambini che ogni giorno mangiano i pasti della Ristorò, come mai il Comune di Benevento ha affidato l’appalto ad un’azienda come la Ristorò Srl che, come si legge nella visura, nasce come impresa di pulizia e disinfestazione; un’azienda la cui certificazione per la ‘preparazione, distribuzione e somministrazione di pasti e pasti speciali per la ristorazione collettiva’ è scaduta a luglio 2013 e non risulta sia stata rinnovata; un’azienda che cucina accanto ad un capannone, sempre nella disponibilità della famiglia titolare della Ristorò s.r.l., nel quale si producevano fitofarmaci da zolfo e che per consegnare il cibo ai bambini utilizza gli stessi furgoni impiegati per smaltire lo zolfo. Vorremmo sapere anche come mai la verifica del corretto operato della Ristorò Srl è stata affidata alla Commissione Servizi sociali, tra i cui componenti vi è il consigliere PD Nino Fiore, che è anche dipendente della Ristorò s.r.l., ovvero della ditta stessa che dovrebbe controllare!” M5S Parlamento