Condividi


Intervista al sindaco di Pavia, Piera Capitelli

Un tempo facevo televisione, poi mi buttarono fuori. Mi dedicai ai teatri. Ma i teatri spesso non erano sufficienti per contenere il pubblico. Quindi passai ai palazzetti. Poi aprii il blog e organizzai due Vday contro la politica corrotta e l’informazione di regime. Ora i sindaci mi negano i palazzetti con le scuse più varie. Pavia non è l’unico comune degrillizzato. Il tour Delirio non si è potuto tenere in molte città con i pretesti più vari.
A Pavia sono andato spesso con 2/3 serate nel palazzetto di circa 3.000 posti e di questo affetto ringrazio i pavesi. Nel 2008 mi è stato negato il PalaRavizza con la motivazione che sarebbe stato destinato solo a eventi sportivi. Si rovinava il parquet. L’assessore Portolan e il sindaco Capitelli hanno invece reso disponibile lo stesso palazzetto per una festa privata, ospiti Ale e Franz, per la ditta “Fratelli Della Fiore” con 500 invitati lo scorso 11 dicembre. Vedi articolo della Provincia Pavese. Quindi è un “parquet ad personam“: dipende chi lo calpesta.

Mail ricevuta dal Comune di Pavia il 4 dicembre di di diniego del palazzetto.
Da: Gianfranco Longhetti
mailto:[email protected]]
Inviato: giovedì 4 dicembre 2008 16.42
A: PROMOTER
Oggetto: Richiesta Palaravizza
Con riferimento alla richiesta di utilizzo del Palaravizza per la giornata del 19 gennaio 2009, comunico che in data 4 dicembre 2008 la Giunta comunale ha assunto la decisione di non concedere la struttura per detta manifestazione.
Restando a disposizione per eventuali chiarimenti porgo cordiali saluti.
Il Dirigente Gianfranco Longhetti

I pavesi non possono vedere Grillo. Ordine di scuderia di Veltroni?
Il sindaco mi invita ad andare al palazzo delle esposizioni, uno spazio più piccolo, mai offerto prima. Mi vuole come relatore al Festival dei Saperi a settembre. Ho già degli impegni, mi dispiace. Ma, fin da ora, una cosa la posso far sapere per il loro Festival dei Saperi: di andare a fanculo!

Testo intervista:
D.Martinelli: signor sindaco? Buona sera sono Martinelli, giornalista della Rete mi dà trenta secondi prima di iniziare il consiglio comunale? Grazie. Recentemente è stato negato il palazzetto per lo spettacolo di Beppe Grillo come mai?
Sindaco Capitelli: non è stato negato un bel niente! E’ stata presa la decisione, da parte dell’assessore allo sport, di non autorizzare spettacoli nel palazzetto dello sport. Questo io credo, non lo so, ma molto tempo prima che venisse la richiesta di un agente locale che organizza spettacoli per Beppe Grillo. Sono tutte cose che non conoscono, me ne guardo bene dal negare di fare uno spettacolo! Se c’è un edificio adatto Beppe Grillo può fare lo spettacolo dove vuole. Per altro Beppe Grillo non spaventa i politici, almeno i politici come me, che non hanno di che spaventarsi. Anzi, la sua presenza è stata richiesta nell’ambito di un’iniziativa di carattere culturale. Spero che sia già pervenuta e che abbia già la data per settembre, perché vorremmo che Beppe fosse tra i nostri per il Festival dei Saperi.
D.Martinelli: per cui ci conferma che a settembre Beppe potrà venire a Pavia?
Sindaco Capitelli: sì, come ospite in un dibattito in cui potrà dire tutto quello che vuole, ma può venire anche prima! Basta che chieda al suo agente Fraschini e va bene.
D.Martinelli: no perché sembra che quella norma lì sia uscita proprio alla vigilia dello spettacolo. Prima non c’era.
Sindaco Capitelli: direi che non è così e che è una cattiveria che fa parlare tanto la gente, scusi se devo andare ma ho l’emergenza neve.
D.Martinelli: allora non è vero che negate gli spazi a Beppe? Con l’assessore allo sport mi fa parlare?
Sindaco Capitelli: l’assessore allo sport deve telefonargli perché è in vacanza. Un’ultima domanda poi la lascio.
D.Martinelli: comunque è vero che ai cittadini pavesi ha negato la possibilità di vedere Grillo a Pavia?
Sindaco Capitelli: io non ho negato un bel niente – la giunta comunale – noo! Non ho obbligato un bel niente. Gianni Morandi ha un agente che gli organizza uno spettacolo nel palazzo delle esposizioni. L’agente di Beppe Grillo va a chiedere il palazzo delle esposizioni che è assolutamente agibile e disponibile alla Camera di commercio. Il mio assessore mi ha detto che non si possono fare spettacoli nel palazzetto dello sport e io non contraddico la decisione del mio assessore allo sport.
D.Martinelli: perciò uno spazio in città c’è?
Sindaco Capitelli: credo proprio di sì, basta cercarlo e basta non aver voglia di fare polemiche. Io di fare polemiche con Grillo non ne ho nessuna voglia.
D.Martinelli: no no, ma nessuno vuole far polemiche. Quindi qual è lo spazio in città disponibile per Grillo?
Sindaco Capitelli: palazzetto delle esposizioni! Così come fa Gianni Morandi può fare anche Grillo. Perfetto.
D.Martinelli: grazie

Se volete anche voi chiedere informazioni sul PalaRavizza al sindaco inviatele una mail.