Condividi

Nel 2016, la Francia ha annunciato l’intenzione di pavimentare quasi 1000 km di strada con pannelli solari, anche se le prime prove hanno messo in luce parecchi problemi di durabilità. Nello stesso anno fu annunciata anche un’iniziativa per lastricare una sezione della storica Route 66 nel Missouri con pannelli solari. Così come i pannelli solari su tratti di pista ciclabile ad Amsterdam.

Ora, una nuova startup con sede a Budapest, ha realizzato alcune pavimentazioni con pannelli solari in grado di dare energia alle abitazioni.

Platio Solar ha sviluppato nuovi modi di implementare la tecnologia solare negli spazi urbani e uno dei loro ultimi sviluppi è una pavimentazione residenziale con pannelli solari realizzata con bottiglie di plastica riciclate.

“I tetti non sono le uniche superfici che possono essere utilizzate per la produzione di energia solare “, ha affermato il co-fondatore e ingegnere Platio Imre Sziszák. “Le aree pavimentate assorbono anche la luce solare per tutto il giorno. I pannelli solari calpestabili di Platio possono utilizzare questa nuova fonte di energia pulita. Con una superficie di 20 metri quadrati si può coprire il fabbisogno energetico annuale di una famiglia media”.

Ogni pavimento Platio Solar è composto da 400 bottiglie di polietilene tereftalato (PET), una delle forme più comuni di plastica di consumo. Il materiale compresso diventa più resistente del cemento ed è anche antiscivolo. L’azienda ha iniziato la commercializzazione per l’utilizzo in passi carrabili, terrazze e vialetti. Inoltre l’energia prodotta dal sistema di pavimentazione solare può alimentare veicoli elettrici, così come è stato realizzato a Budapest.