Condividi

Una coppia di anziani “speculatori” verranno risarciti del loro investimento di 315.000 bond argentini.

Il Tribunale di Mantova, Sezione II, ha condannato, con una sentenza del 18/03/2004, la B.A.M. (Banca Agricola Mantovana) a restituirgli i soldi investiti, con gli interessi.

La sentenza si basa sulla nullità dell’ordine d’acquisto di titoli obbligazionari quando, in violazione degli art. 21 t.u.l.f., 28 e 29 reg. CONSOB, l’intermediario non abbia agito con la diligenza dell’operatore particolarmente qualificato, considerata come precetto imperativo ex art. 1418 c.c., a tutela del pubblico risparmio, così come sancito dall’art. 47 della Costituzione.

Il testo integrale della sentenza è stato pubblicato sulla rivista “La responsabilità civile”, edito da UTET, nel marzo 2005… dopo più di un anno dalla emissione.

Roba da pazzi questi giudici comunisti…

Meno male che non si sanno queste cose, se no il 99% dei risparmiatori potrebbe ricevere a restituzione quanto investito…rovinando così le povere banche che si sono fidate di loro.

Fonti:
www.dirittobancario.it
www.dirittobancario.it/public/Materiale_Maggio_20044811413.pdf
La Responsabilità civile, ed. UTET, marzo 2004