Condividi


Il pentito Spatuzza non avrà il programma di protezione. La misura era stata chiesta da tre procure, Caltanissetta, Firenze e Palermo, che indagano sull’uccisione di Paolo Borsellino e della scorta e sulle stragi del ’93. Ma se gli accusati da Spatuzza stanno al Governo come poteva essergli concessa la protezione? Il piduista Cicchitto (tessera 2232) ha così celebrato l’orazione funebre di Spatuzza: “Salutiamo positivamente, la decisione della Commissione centrale del Viminale per la definizione e l’applicazione delle misure speciali di protezione perché non si è lasciata influenzare da teoremi politici, ma ha valutato la qualità del pentito sulla base delle innumerevoli contraddizioni emerse dalle sue dichiarazioni. E’ questa una disposizione corretta che inverte un atteggiamento durato molti anni di una gestione a dir poco superficiale dei programmi di protezione“. Propongo di eliminare dal programma protezione anche il ministro Alfano, anche se non si è ancora pentito. Per una questione di equità.