Condividi

Per la prima volta una nave portacontainer commerciale ha navigato con successo la rotta del Mare del Nord dell’Oceano Artico , un percorso reso possibile dallo scioglimento dei ghiacci marini causato dal riscaldamento globale.

Maersk Line , la più grande compagnia di spedizioni di container del mondo, ha dichiarato che la sua nave, Venta Maersk, dovrebbe raggiungere la sua destinazione finale di San Pietroburgo la prossima settimana.

La nuova nave da 42.000 tonnellate di ghiaccio, che trasporta pesce russo e prodotti elettronici della Corea del Sud, ha lasciato Vladivostok , nell’estremo est della Russia, il 23 agosto.

Con l’aiuto del rompighiaccio più potente della Russia, ha seguito la rotta del Mare del Nord attraverso lo Stretto di Bering tra la Russia e l’Alaska, prima di viaggiare lungo la costa settentrionale della Russia e nel Mare di Norvegia.

La rotta del Mare del Nord può ridurre i tempi di viaggio tra l’Asia e l’Europa fino a due settimane consentendo alle navi di evitare di attraversare il Canale di Suez o di superare il Capo di Buona Speranza in Sud Africa.

Il ghiaccio nell’Artico ha toccato il minimo storico a gennaio di quest’anno, e un “evento estremo” è stato dichiarato a marzo quando i livelli di ghiaccio del Mare di Bering hanno raggiunto il livello più basso nella storia registrata, mentre le temperature sono salite a 30 gradi sopra la media.