Condividi

In occasione dell’ondata di calore prevista per il 2 agosto 2018 (livello di rischio 3), nelle ore di maggior caldo – tra le 11 e le 16 – il Dipartimento di Sicurezza e Protezione Civile di Roma Capitale ha predisposto due punti di distribuzione di acqua in bottigliette.

I punti di distribuzione sono stati localizzati in due aree: in prossimità dell’Arco di Costantino e della Basilica di San Pietro in Carcere (zona Fori Imperiali). I gazebo saranno presidiati da personale del Dipartimento Protezione Civile del Campidoglio e da giovani volontari del Servizio Civile.

L’iniziativa si aggiunge al dispositivo già messo in campo da Roma Capitale per supportare le fasce della popolazione più vulnerabili, nell’ambito del Piano Caldo 2018. Una campagna informativa ad hoc con distribuzione di brochure nei Municipi e nei Centri Anziani ha diffuso in modo capillare informazioni su tutte le iniziative in corso, oltre alle indicazioni utili per affrontare con minor rischio il periodo estivo.

Il programma messo a punto su impulso dell’assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale Laura Baldassarre offre attività in piscina, attività motorie per l’invecchiamento attivo, attività di palestra cognitiva, seminari di prevenzione presso gli sportelli socio sanitari Farmacap, un torneo di calcetto intergenerazionale. Per la prima volta le persone in condizioni di maggiore fragilità, soprattutto gli anziani, potranno accedere a strutture come l’impianto sportivo Montecitorio oppure allo Stadio Nando Martellini presso le Terme di Caracalla grazie a un accordo con la Federazione italiana di atletica leggera (Fidal). Queste nuove attività gratuite sono rese possibili grazie alle sinergie sviluppate da Roma Capitale. Previsti anche percorsi di formazione per l’attivazione di risorse orientate al volontariato senior e al muto aiuto tra pari.

A tutto ciò si aggiunge ‘Viva gli anziani’, il programma destinato agli over 80 che Roma Capitale sviluppa in sinergia con la Comunità di S.Egidio e con il Ministero della Salute. L’obiettivo è contrastare e arginare l’isolamento sociale tramite connessioni tra le persone e i territori, costruendo così una comunità che sia davvero solidale soprattutto in un periodo dell’anno in cui senso di abbandono e depressione registrano un incremento.

Una componente rilevante del Piano Caldo è poi quella riservata alle persone senza dimora. Quest’anno i posti aggiuntivi messi a disposizione sono 316, rispetto ai 295 dello scorso anno. La forte novità risiede nell’attivazione di 30 posti h24 che, invece, nel 2017 non erano previsti. Il Piano Caldo integra il sistema ordinario di accoglienza capitolina che ogni giorno, durante tutto l’anno, ospita oltre mille persone, togliendole dalle strade. Un sistema che, inoltre, ogni mese fornisce 1.442 pasti presso le strutture e 600 pasti a domicilio. Ogni giorno assicura a oltre mille persone un posto letto, un pasto caldo, una doccia, abiti puliti, coperte, consulenza legale, assistenza sociale, supporto nella ricerca di un impiego e la possibilità di iniziare un percorso di affrancamento dalla condizione di fragilità e di raggiungimento dell’autonomia.

Sono attivi diversi numeri telefonici per informazioni e prenotazioni:

335 6674963 ORE 10.00-13.00 dal lunedì al venerdì per tutte le attività nei Municipi. Per le OASI presso la piscina della struttura residenziale per anziani di Roma 3 è attivo, invece, il numero 06 86210833. Lunedì e mercoledì 15.00-18.00 – martedì giovedì e venerdì 10.00-13.00. Per monitoraggio telefonico e teleassistenza è attivo il numero della Farmacap: 06 57088245 orario continuato 8.30-18.00 dal lunedì al venerdì.