Condividi


In Piemonte i torinesi, ma anche i vercellesi e pure i novaresi sono diventati pendolari di Milano. L’Olivetti è in macerie (esiste ancora?). La Fiat sta sbaraccando quel poco che ha. Gli investimenti per le Olimpiadi invernali non hanno creato occupazione, ma asciugato le casse della Regione. I candidati del Pdl e del Pdmenoelle sono Cota e Bresso. Uno è un nuclearista convinto, l’altra vuole la Tav, un investimento di venti/trenta miliardi di euro. Una cifra che rilancerebbe il Piemonte e che invece servirà a devastare la Valle di Susa. Il Piemonte che trainava l’Italia industriale e della ricerca è scomparso. Adriano Olivetti sembra venuto da Marte e Chiamparino, al posto dell’elettronica e dei computer, promuove gli inceneritori. Un consigliere regionale a Cinque Stelle può cambiare le cose. Ne basta uno in Consiglio. Il 30 e il 31 si raccolgono le firme per il MoVimento Cinque Stelle per le elezioni regionali in Piemonte. Firmate e diffondete la voce. Sarà dura!