Condividi

“Arrivano black bloc a Milano da fuori Italia, la mettono a ferro e fuoco e nessuno sapeva che centinaia di vandali fossero in città?
Il dispositivo di sicurezza in Italia fa acqua da tutte le parti, non perché abbiamo pochi poliziotti, ma perché c’è un Ministro del’Interno che non è capace di coordinarli, visto che non ha mai capito quale fosse il suo compito. Ha sempre usato il suo dicastero come un bancomat e basta.
Su Milano avevano dirottato in questi giorni un mucchio di forze dell’ordine e di risorse, anche prendendole dal pattugliamento della Terra dei Fuochi. Quali sono stati i risultati? 5 auto bruciate e una Milano devastata.

VIDEO: Milano a ferro e fuoco

I cittadini italiani non sono più al sicuro con un Ministro dell’interno con la credibilità di Topo Gigio. Soprattutto i membri delle forze dell’ordine che rischiano continuamente la vita perché Alfano e i suoi non sanno prevenire questi accaduti.
Questo Governo non riesce neanche a cacciare un Ministro incompetente responsabile degli scontri alla partita Fiorentina-Napoli, dei disordini degli hooligans olandesi, degli spari al tribunale di Milano, ma cosa altro deve succedere per metterlo alla porta?
Andassero tutti a casa. Andiamo a votare. Tuteliamo la nostra incolumità.” Luigi Di Maio

UPDATE via Twitter:

VIDEO: Gli scontri in centro a Milano

____________________________________________________________________

La Marcia Virtuale per il Reddito di Cittadinanza continua fino al 9 maggio quando ci ritroveremo tutti insieme a Perugia per percorrere 24 chilometri fino ad Assisi per la tappa finale. Un popolo in cammino per il Reddito di Cittadinanza.
Supportate il Reddito di Cittadinanza con l’iscrizione alla Marcia Virtuale e con un messaggio su Twitter con #marcia5stelle. Ci vediamo a Perugia, in alto i cuori!

ISCRIVITI ALLA MARCIA VIRTUALE per il Reddito di Cittadinanza!