Condividi

“Oggi finalmente votiamo la proposta M5S per avere più trasparenza sulle bollette e diminuire i costi per i cittadini! L’Italia ha il record europeo per le tasse sull’energia. La pressione fiscale incide sulle bollette per il 37% (luce) e per il 34% (gas) contro una tassazione media che in Europa è del 32% sull’elettricità e del 23% sul gas.
Come se ciò non bastasse l’Autorità per l’Energia ha deciso che dal prossimo mese per l’elettricità ci sarà un aumento del 3,4%, per il gas del 2,4%.
Oggi in Italia le bollette vengono calcolate sui CONSUMI PRESUNTI di energia e gas e non su quelli EFFETTIVI dei cittadini, perchè i contatori non sono adeguati!

Ben il 46% dei reclami raccolti nell’intero settore energetico è causato da “problemi con le fatturazioni“: bollette sballate, fatture recapitate in ritardo e conguagli esorbitanti.
La mozione che abbiamo depositato chiede al Governo di:
– rendere più facilmente CONFRONTABILI le offerte rivolte ai cittadini per l’acquisto di gas o energia elettrica;
– rendere i dati di lettura dei contatori disponibili in forma aggregata e puntuale per permettere la FACILE LETTURA dei propri dati di consumo;
– SOSPENDERE ogni pretesa di pagamento di bolletta elettrica e gas finchè le autorità competenti non abbiano escluso irrregolarità da parte degli operatori.
Ho raccolto anche le vostre osservazioni nei giorni scorsi e vi terrò aggiornati per farvi sapere come voteranno oggi i partiti!” Carla Ruocco, portavoce M5S Camera