Condividi

“Non c’è Concordia che tenga: Renzi a Genova ci viene solo per i selfie davanti al relitto!
160 lavoratori di Costa Crociere rischiano il posto di lavoro perché l’a.d. Michael Thamm ha deciso di fare una fusione con l’azienda Aida di Amburgo (e Costa Crociere è in attivo). 
I lavoratori ricevono una mail, venerdì scorso, dove si chiede loro (senza nessun preavviso) se sono disposti al trasferimento oppure no, con due caselle da barrare con una crocetta.
Ma i lavoratori di Costa Crociere, peraltro tutti di dipartimenti molto specializzati, la cui professionalità andrebbe persa per l’Italia, sono 160, i lavoratori di Aida sono 120, ma i posti disponibili ad Amburgo solo 150!
E quando i lavoratori vanno a Roma per incontrare il Ministro Lupi, scoprono che Lupi si era incontrato un’ora prima con l’a.d. Thamm, che la sera prima aveva cenato con Burlando.
Mentre l’incontro di oggi al Palazzo della Regione Liguria, a Genova, che doveva essere unificato tra azienda, lavoratori e istituzioni, improvvisamente è diventato invece un incontro a “porte chiuse”! Prima le istituzioni hanno voluto incontrarsi con l’azienda, poi, senza più la presenza dei responsabili di Costa Crociere, le istituzioni avrebbero ricevuto i lavoratori.
Ma di cosa parlavano in assenza dei lavoratori Lupi, Burlando e oggi nuovamente le istituzioni regionali? Dov’è Renzi, ora che 160 famiglie rischiano, dall’oggi al domani, di restare in braghe di tela?
Alice Salvatore, candidata presidente M5S Liguria