Condividi

“Caro Beppe, ti scriviamo per aggiornarti sulla vicenda del Maresciallo della Croce Rossa Italiana, Vincenzo Lo Zito, di dominio pubblico dopo la diffusione sul tuo blog un anno fa. Il 25/5/2011 il Maresciallo nella causa promossa nei suoi confronti dal Collegio dei Revisori dei Conti della Croce Rossa, è stato prosciolto dall’accusa di calunnia, in quanto il giudice del Tribunale Ordinario di Roma ha disposto il non luogo a procedere perché “il fatto non sussiste“. Dulcis in fundo, il giudice ha trasmesso il fascicolo alla Procura per valutare ipotesi di reato commesse dalla Presidente del Comitato Regionale della Croce Rossa Abruzzo, Maria Teresa Letta (sorella di Gianni Letta), che ha voluto l’allontanamento del Lo Zito dal medesimo Comitato. A questa notizia si è aggiunta l’ulteriore vittoria di Lo Zito nel processo promosso contro di lui dalla Croce Rossa Italiana per il reato di diserzione pluriaggravata. Anche in questo caso il giudice del Tribunale Militare di Roma, ha assolto Lo Zito in quanto “il fatto non sussiste“. Le battaglie del Maresciallo Lo Zito non finiscono qua, perché a suo carico ci sono ancora tre processi per diffamazione promossi dalla stessa Croce Rossa, dopo le sue denuncie. Noi del Movimento 5 Stelle di Roma continueremo a sostenere Lo Zito in queste intricate vicende ed a batterci affinché venga al più presto riammesso in servizio. Loro non molleranno mai, noi neppure! Baci e grazie!”. Anna&Roberta