Condividi

“Qualche giorno fa la segreteria nazionale del Sindacato di Polizia Consap mi ha inviato questa foto che riprende uno dei tanti trasferimenti aerei effettuati dal Governo, per spostare i migranti dalla Sicilia ad altre Regioni Italiane. La foto è dell’11 ottobre 2014, ci sono oltre 150 stranieri a bordo e una decina di poliziotti di sorveglianza che accompagnano i richiedenti asilo da Catania a Verona. Le dotazioni degli agenti sono ridicole, le vedete voi stessi: guanti in lattice, mascherine e t-shirt. Niente occhialini di protezione, niente tute!
Sul tema dell’immigrazione lo stile dei partiti politici degli ultimi vent’anni è stato scegliere di non scegliere. Mentre la politica faceva inutili passerelle – vedi Bolrdini e Alfano – o cortei inconcludenti – vedi Lega Nord – decine di Poliziotti, Carabinieri, Uomini dell’esercito e della Marina dovevano fronteggiare praticamente “a mani nude” un fenomeno che ha assunto ormai una portata preoccupante. Cosa succederebbe se a qualcuno di questi disperati venisse in mente di scatenare una rivolta a bordo? Sapete che i nostri agenti sugli aerei sono disarmati? E con un rapporto di uno a dieci. Quindici giorni fa, i nostri Deputati della Commissione Affari Costituzionali, hanno presentato un emendamento al Decreto Stadi per fornire dotazioni sanitarie idonee agli agenti delle forze dell’ordine coinvolti in operazioni di soccorso e trasferimento. Può sembrare incredibile, ma il nostro emendamento è stato bocciato da quegli stessi partiti che si stracciano le vesti ogni volta che avviene uno sbarco a Lampedusa! E’ grazie alle forze dell’ordine e non ai presenzialisti dell’immigrazione, che l’emergenza immigrazione non è ancora sfociata in guerra civile. Ancora. Ma fino a quando gli uomini dello Stato potranno sopportare di essere abbandonati a loro stessi? Abbandonati da coloro che dovrebbero garantirli e proteggerne il lavoro.” Luigi Di Maio