Condividi

Gli Stati Uniti stanno lasciando l’Iraq, Non hanno trovato le armi di distruzione di massa, ma in cambio hanno trovato il petrolio e finanziato per anni le loro industrie belliche, le grandi elettrici di ogni presidente USA. La macchina della guerra non può fermarsi, il Pil sprofonderebbe. Sotto a chi tocca, come nei saloon del Far West. In lista ci sono Siria e Iran. Quest’ultimo nel mirino di Israele. “Temo che sarà un ‘fait accompli’…Accadrà un mattino e l’attacco sarà stato condotto” ha detto all’agenzia di stampa EIR il generale Joseph Hoar, ex comandante in capo del Comando Centrale statunitense su un attacco all’Iran. Nikolai Makarov, capo di Stato Maggiore delle Forze Armate russe ha dichiarato che esiste la possibilità che la Russia sia coinvolta in un conflitto nucleare regionale. Anche la Cina potrebbe intervenire. Da dove partiranno i bombardieri americani? Indovinate.