Condividi

“La legge sulle quote rosa è una supercazzola degna del conte Mascetti, oltre ad essere discriminatoria. E’ la solita mano di bianco su una stanza che puzza di muffa da una vita. La solita presa per il culo che Pd & o imbastiscono per fingersi progressisti salvo poi far passare sotto il tappeto tutte le porcate più impensabili per mantenere uno status quo (e la poltrona) da veri conservatori. Le italiane non l’hanno bevuta. Ce lo conferma la gente in strada, e le stesse donne che sono le prime a sentirsi offese da un concetto che sa di primitivo, di anacronistico come i partiti che la hanno proposta.”