Condividi


Raphael Rossi ha dimostrato con i fatti che la raccolta differenziata in Italia è possibile, che gli inceneritori sono inutili e che l’unico vero problema è la volontà politica.

“L’Assemblea dei Soci di Iren Emilia ha nominato Raphael Rossi quale Presidente del consiglio di Amministrazione su indicazione del Comune di Parma, dopo la decadenza dell’intero Consiglio di Amministrazione avvenuto a seguito delle dimissioni dei componenti lo scorso 21 gennaio. Rossi sostituisce Angelo Buzzi arrestato nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Parma: “Public Money”. Classe 1974, Raphael Rossi è un professionista specializzato nella progettazione di sistemi integrati per la raccolta differenziata. Dopo la laurea, ha iniziato, nel 2000, il proprio percorso professionale collaborando con Achabgroup e con Sintesi, società venete legate alla promozione della raccolte differenziate. Nel 2002 è tra i tecnici che collaborano all’attivazione della raccolta porta a porta in alcuni Comuni della Provincia di Torino. Dal 2004 al 2010 è Amministratore e vicepresidente di Amiat per promuovere, consolidare e potenziare la raccolta porta a porta a Torino. Il Sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, lo ha interpellato per sviluppare e migliorare la raccolta differenziata. Con il Conai (“Consorzio Nazionale Imballaggi“) ha lavorato al progetto preliminare del sistema di raccolta porta a porta su tutta la città di Parma. Il giorno 11 dicembre 2012 è stato nominato amministratore delegato della Leonia Spa, società di raccolta rifiuti del Comune di Reggio Calabria commissariato per contiguità con la mafia.” Alicenonlosa