Condividi


Red Tv è la televisione satellitare dalemiana in cassa integrazione. Per gli italiani non cambia nulla. Prima la pagavano con i contributi all’editoria, adesso con la cig. Quando fu inaugurata si disse: “Porta in sé il simbolo del colore rosso che nella storia della sinistra italiana ha sempre avuto una rilevanza fondamentale e che nella lingua spagnola significa Rete”. Gli studi di Red Tv sono nel seminterrato di Palazzo Grazioli, appena più sotto della D’Addario. Una posizione adeguata e profetica.
“Fantastico! la televisione voluta da D’Alema sta fallendo e 14 lavoratori vanno in cassa integrazione! A parte tutta la mia solidarietà a quei 14 precari, trovo scandaloso che vadano in cassa integrazione e pesino nelle tasche degli italiani. D’Alema la paghi lui la cassa integrazione di Red TV! Trovo pure scandaloso che D’Alema chiami il “pompiere della sera” per dire che quella televisione non é sua e ancora una volta dove passa lui non cresce più un filo d’erba e il conto va agli italiani. Potete leggere il blog di Mario Adinolfi responsabile di Red TV : http://marioadinolfi.ilcannocchiale.it/Potrebbe essere l’occasione buona per farci notare sul blog di Red TV con un po’ dei commenti dei nostri su D’Alema ;o) e dare un po’ di solidarieta’ a quei 14 lavoratori”. francesco c., emigrato all’estero