Condividi

“Un caso da manuale di manipolazione della realtà. Uno dei cavalli di battaglia del M5S sono le piazze: Beppe Grillo e i parlamentari del Movimento 5 Stelle sembrano essere gli unici a riempire le piazze in tutta Italia. I politici dei vecchi partiti preferiscono i salotti televisivi, i teatri, le sale riunioni. Ambienti protetti e con selezione all’ingresso. Che non si sa mai. E allora l’ex sindaco Matteo Renzi ha voluto raccogliere la sfida e tornare in piazza, scegliendo quella Palermo in cui poche ore prima Salvatore Borsellino si era scusato con il M5S. Come è andata? Ci sono due versioni dei fatti. Per meglio dire: ci sono la propaganda e ci sono i fatti. Questo è il videoclip-propaganda pubblicato da Matteo Renzi nella sua pagina Facebook (e il dubbio legittimo è: in piazza c’è andato solo per confezionare questo cortometraggio favoletta?).
Il titolo: “La piazza è casa nostra – Matteo Renzi a Palermo”.

L’avete guardato bene? Perfetto. Ora confrontate il videoclip-propaganda con i video reali (niente montaggio, niente musica commovente di sottofondo dei Coldplay, niente interviste da reality show) pubblicati dal Fatto Quotidiano e da TM News:

Come potete notare, da questi due video emergono ‘dettagli’ non contemplati nella versione della realtà edulcorata e autocelebrativa di Matteo Renzi. Ma la realtà non è mai stata grande amica dell’ex sindaco, come dimostrano i fatti che smentiscono ben 14 delle sue promesse fatte negli ultimi mesi.

p.s. I commenti al videoclip-propaganda di Renzi su Youtube (pubblicato da Youdem redazione, canale piddino) sono ovviamente e democraticamente disabilitati. Che non si sa mai”.

(Articolo tratto da: NewsPedia)

Leggi cos’è l’istituto Luce

PPS: “Sono assolutamente e da sempre contro la vivisezione animale, sono molto affezionato al mio cane Delirio, uno yorkshire terrier, e auspico una partito-vivisezione attraverso le più moderne tecniche della democrazia” Beppe Grillo