Condividi

” ‘Ho la casa distrutta, si dimezzi lo stipendio per tre mesi e possiamo ricostruirla’. Queste le parole di Beatrice, 16 anni, che si è rivolta così al presidente del Consiglio Matteo Renzi nel corso del sopralluogo a Senigallia, martoriata dall’alluvione. Renzi le ha risposto con il suo solito stile: ‘Fammi una richiesta ufficiale, vedrai che la proposta la prenderò in considerazione. Non ti posso promettere nulla, ma ne parleremo. Mandami una mail e vedremo cosa fare’. Accompagnato dal capo della protezione civile Franco Gabrielli, Renzi ha assicurato che il governo ‘seguirà il metodo di lavoro già sperimentato con Protezione civile e Palazzo Chigi’ che prevede prima una quantificazione dei danni, poi la determinazione di un impegno economico, aggiungendo però che in questo momento è ‘prematuro ragionare del quantum’. Così… tanto per far capire la differenza!”
Claudio C., Albavilla