Condividi

Non mi sono dimenticato di RESET. Il mio tour 2007 si chiamerà RESET. I meetup saranno invitati a ogni spettacolo per proposte sulle città e sul territorio. Sarà un tour di azione. Ormai sappiamo tutto (quasi tutto). E sappiamo che dobbiamo cambiare. Che non possiamo più delegare la nostra vita ai partiti. Ségolène si è riferita ai francesi chiamandoli intelligenza collettiva. In Italia non manchiamo di intelligenza. Ci manca il collettivo.
La Rete crea il collettivo. La conoscenza crea il collettivo.

Qualche informazione sulle iniziative RESET:
– il calendario 2007 degli eroi d’Italia sarà scaricabile dal blog gratuitamente entro fine anno
– il libro ‘Schiavi Moderni’ sarà scaricabile gratuitamente o acquistabile nella versione libro entro Natale
– la ‘Share Action’ sta proseguendo. Ha raggiunto 2.585 adesioni. La Consob mi ha chiesto formalmente delle spiegazioni che altrettanto formalmente ho fornito. Costituirò un’associazione, ci vuole ancora qualche tempo, e poi partiremo
– il microscopio elettronico è in dirittura d’arrivo, sono stati raccolti 290.000 euro su 378.000
– l’iniziativa di legge popolare per ridurre a due le legislature dei parlamentari e equiparare le loro pensioni al resto del Paese partirà a gennaio 2007 e durerà per tutto il tour RESET
– le ‘diecicosedafare’ e le ‘dodiciazioniincittà’ per la nostra salute saranno promosse attraverso il blog e i meetup
– le azioni RESET proposte da voi saranno pubblicate con la possibilità di voto
– il comitato di difesa della Rete sarà attivo entro gennaio 2007

Di certo ho tralasciato qualcosa. Dopo questo ripasso sono esausto. Mi sento come se lavorassi più di dieci commissioni parlamentari. E senza neppure la pensione dopo 30 mesi.

Condividi
Articolo precedenteFisco rosa
Prossimo articoloSiamo tutti borbonici