Condividi

“Era il 2013. Il MoVimento 5 Stelle, appena entrato in Parlamento, tra le tante battaglie non dimenticava la sua stella dei trasporti e riusciva a far approvare un emendamento (a prima firma Dell’Orco) per sbloccare ben 12,5 milioni di euro a favore delle piste ciclabili e della sicurezza dei ciclisti.

Ma “sbloccare“, si sa, in Italia è una parola grossa. E così, malgrado l’emendamento fosse a tutti gli effetti diventato legge, i governi che si sono susseguiti hanno regolarmente lasciato quei soldi chiusi in cassaforte. E nel frattempo le nostre piste ciclabili hanno continuato a degradarsi, i ciclisti a morire come le cronache ci hanno raccontato.
Il M5S, però, non ha mai mollato la presa. Non è nostro costume sbandierare una proposta approvata, per poi dimenticarcene. Abbiamo proseguito per ben due anni con una serie impressionante di richiami, interrogazioni, proteste, mailbombing, e organizzato anche una biciclettata con migliaia di cittadini e tante associazioni che sentono pressante il problema della sicurezza.
Alla fine il ministro ha ceduto, e i finanziamenti sbloccati. Ce lo ha appena comunicato Graziano Delrio con una lettera firmata indirizzata a noi: i 12,5 milioni di euro arriveranno finalmente ai Comuni e potranno essere spesi per la comunità dei ciclisti italiani. La stella dei trasporti brilla più che mai.M5S Parlamento