Condividi

In Francia, un numero considerevole di orsi viene legalmente detenuto in condizioni estreme per spettacoli itineranti nelle piazze e nelle strade.  Gli animali sono costretti dai loro proprietari – i cosiddetti “montreur d’ours” – a fare “spettacolo” mentre sono legati a una corda o una catena in mezzo al pubblico. Oltre ad essere costretti a fare acrobazie senza senso, gli orsi trascorrono gran parte della loro vita viaggiando per migliaia di chilometri attraverso il paese – intrappolati nelle stive piccolissime dei mezzi dei loro proprietari. Quando gli orsi non viaggiano, vengono tenuti in gabbie troppo piccole dove riescono a malapena a muoversi.

Molti di questi orsi soffrono di malattie e hanno già sviluppato problemi comportamentali, causati dal loro trattamento orribile e dalla cattività inappropriata.

Ciò deve finire! Gli attivisti locali per la salvaguardia degli animali stanno lavorando senza sosta per porre fine a questa crudeltà, e sembra che una decisione politica a favore del benessere degli animali verrà presa in considerazione molto presto. Le ONG francesi AVES France e la Fondation Brigitte Bardot hanno denunciato questa pratica crudele per molti anni. Grazie al loro costante lavoro con il governo francese sono sul punto di ottenere grandi risultati. In collaborazione con loro, FOUR PAWS chiede la fine della triste tradizione del “montreur d’ours” e si offre di salvarli.

Sostieniamoli e incoraggiamo anche noi il Ministro francese della transizione ecologica e solidale, Elisabeth Borne, con una firma a questa petizione online, per introdurre un divieto sugli spettacoli di orsi in Francia e per ospitarli in un’oasi adatta alle specie.

Ecco il link alla petizione online:

https://help.four-paws.org/en/save-saddestbears-france