Condividi

“L’uomo che vedete nel video è Arnoldo Schoch, l’ex presidente del organismo di vigilanza di Fnm (Ferrovie Nord Milano), e il video che vi mostriamo ci è stato inviato da una dipendente che ha chiesto di rimanere anonima. Come potete sentire dalla sua viva voce, Arnoldo Schoch ha ricevuto pressioni dai vertici dell’azienda perché stava facendo bene il suo lavoro, ovvero vigilare affinché la società non commettesse reati nei confronti dei suoi azionisti, vale a dire i lombardi. Dopo lo scandalo spese pazze che ha travolto la partecipata lombarda del trasporto pubblico emerso grazie al nostro lavoro di controllo, abbiamo partecipato lo scorso maggio all’assembla dei soci con Beppe Grillo per denunciare la situazione ai soci, grandi e piccoli.

VIDEO Beppe all’assemblea FNM

Abbiamo chiesto un taglio netto con il passato per far si che la società non potesse essere mai più il bancomat personale di dirigenti nominati dalla politica e che venisse valorizzato il personale che ha combattuto la malagestione. Cosa è successo invece? Hanno tentato di ammorbidire le posizione di “controllore” di Arnoldo Schoch che infine, con l’arrivo della nuova governance, è stato fatto fuori dall’organo di vigilanza. Tutto questo è inaccettabile! Chiediamo a Gibelli, il nuovo presidente nominato, di intervenire immediatamente per sanare le posizioni, per fare in modo che i dipendenti onesti vengano tutelati e allontanare invece chi non ha mai vigilato sul buon operato dell’azienda, portandosi a casa anche cospicui premi. Questo è il modo per far tornare credibile l’azienda agli occhi dei cittadini! A Roma abbiamo presentato un progetto di legge per introdurre in tutte le aziende la figura del Whistleblower, e anche in Lombardia abbiamo già esortato Maroni ad applicare questa soluzione per la tutela dei dipendenti coraggiosi che fanno emergere le irregolarità all’interno delle società pubbliche. Intanto noi chiediamo ai cittadini di continuare a mandarci le loro denunce e segnalazioni. Siamo stati eletti per questo, perché in un governo a 5 Stelle i lavoratori vengono difesi e tutelati, e non devono aver paura di perdere il proprio posto di lavoro” Stefano Buffagni – Consigliere Regionale del M5S Lombardia