Condividi


“Nel 2010, a 29 anni, mi operano, ma sempre “carcinoma” è, e ancora sono nei 5 anni in cui, a detta dei medici, sono a rischio. Lavoravo a progetto da 4 anni in un’azienda e pur facendo presente l’invalidità permanente al 100% hanno pensato bene di utilizzare le agevolazioni previste in questi casi per assumere il parente di questo e quello, il raccomandato di tizio. In conclusione non ho neanche più il contratto a progetto. Sono a casa da un anno. Equitalia “perseguita” mio padre proprio per quei contratti a progetto e per una mancata comunicazione del caf al quale si affidava per le dichiarazioni reddituali. Papà che oggi, a 56 anni, è in mobilità. E a chi la vai a raccontare tutta sta storia!!? Siamo solo numeri.” Valentina G