Condividi
Strauss-Kahn contagiato da Berlusconi – Marco Travaglio
(40:22)

Testo:

Buongiorno a tutti, oggi non parliamo di elezioni perché ovviamente stanno per chiudere i seggi e non sappiamo come è andata a finire, potremo parlarne meglio la prossima settimana, invece parliamo di quello che sta succedendo in una delle più importanti e potenti organizzazioni mondiali, il fondo monetario, il cui direttore generale è in carcere da 3 giorni per stupro, violenza sessuale e reati collaterali, si chiama Dominique Strauss-Kahn, è un socialista molto borghese francese, lunga politica attiva alle spalle, era pronto a annunciare la sua candidatura per le presidenziali francesi dopo il disastro socialista degli ultimi anni, avrebbe dovuto essere lui l’uomo della riscossa per battere, tra un anno, Sarcozy e invece fine di tutto, fine della carriera al fondo monetario, l’hanno già impacchettato, mandato via e sostituito, fine di ogni velleità politica per sempre, comunque andrà a finire questo processo per stupro che si farà negli Stati Uniti a suo carico.

Bunga Bumga all’FMI (espandi | comprimi)
Cosa è successo? E’ successo che sabato alle ore 13 al Sofitel di Manhattan una cameriera credo portoricana di colore, trentaduenne entra in questa suite da 3 mila dollari occupata da qualche giorno da Strauss-Kahn credendo che fosse vuota, per ovviamente rigovernare e fare le pulizie, ma improvvisamente dal bagno, dice la polizia di Manhattan salta fuori il vecchio satiro nudo come mamma l’ha fatto, che tenta di aggredirla sessualmente e tenta di costringerla a prestazioni sessuali sulle quali non è neanche interessante addentrarsi.

Niente immunità per Strauss-Kahn (espandi | comprimi)
Soltanto da noi c’è questo razzismo, questo classismo per cui il poveraccio può essere mostrato con 60 manette e 60 schiavettoni e 60 catene, invece il ricco e il potente no, il ricco e il potente quando viene mostrato in manette è gogna mediatica.

All’estero ci si dimette, qui si fa carriera (espandi | comprimi)
Nel gruppo Berlusconi lo sanno da tempo immemorabile quale sia la concezione e il rapporto tra Berlusconi e la donna, che non è il rapporto del latin lover, non è il rapporto del Don Giovanni, non è il rapporto del conquistatore, non è il rapporto di quello che lui si dipinge, dell’uomo che va a caccia di belle donne, no è un rapporto da sempre mercenario, il problema è che in Italia organizzare, sfruttare, utilizzare, giri di prostituzione non è lecito, non è lecito per un cittadino comune, figuratevi per il Presidente del Consiglio!

Per una volta tanto applausi al Capo dello Stato, ogni tanto fa bene aprire le finestre, dare un’occhiata a quello che succede nelle democrazie vere, sempre per non perdere il contatto con le democrazie vere, speriamo di avere un giorno una classe dirigente, non dico che non incappa in scandali, quelli sono purtroppo inevitabili entro certi limiti perché la natura umana è quella che è, ma almeno una classe politica che quando scoppiano gli scandali li risolte con le dimissioni dell’inquisito anziché con le dimissioni del Magistrato, passate parola, buona settimana!