Condividi


Sequestrata una tangenziale per l’utilizzo di rifiuti industriali al posto della ghiaia. In Italia il riciclo su tutto il territorio è già in atto. E’ un business che non conosce la parola recessione. Dopo i rifiuti tossici nocivi usati per costruire un intero quartiere di Milano, Santa Giulia, sono in pista (è il caso di dirlo) strade, autostrade e circonvallazioni e forse anche marciapiedi. Più ne costruisci, più risolvi il problema delle scorie radioattive, dell’amianto e di ogni materiale proveniente dalle discariche. La tangenziale sequestrata si trova in provincia di Brescia a Orzivecchi. Dal sequestro è stata esclusa la rotatoria all’inizio della tangenziale, a Orzinuovi. Si sale sulla rotatoria in macchina, si fa un giro da Orzinuovi a Orzivecchi fino alla tangenziale tossica e si ritorna indietro, ma non prima di aver gettato dal finestrino un sacco di spazzatura per la costruzione di una nuova corsia.