Condividi
Photo Di Shutterstock

La Città di Torino vince il premio Covenant of Mayors 2020 (Patto dei Sindaci) grazie al suo impegno per la green economy, la resilienza climatica e la transizione energetica verso un’economia a zero emissioni.

di Chiara Appendino – Un riconoscimento che premia gli sforzi che, come Città, tutti insieme, stiamo facendo per la tutela del clima, la transizione energetica e, più in generale, la protezione dell’ambiente.

Sono azioni nelle quali, sin dall’inizio, abbiamo creduto fortemente. Certi che quella per l’ambiente sia una sfida globale, ma che si affronta anche a livello locale.

Incentivi alla mobilità sostenibile, piste ciclabili, riduzione dei rifiuti, estensione della raccolta differenziata, transizione verso fonti di energia sostenibile, riduzione del consumo di suolo, tutela delle acque e delle aree verdi… Sono solo alcune delle azioni che abbiamo portato avanti e sulle quali proseguiremo nel nostro impegno. Insieme a tutti i torinesi.

Il mio ringraziamento alla European Commission, alla commissaria Kadri Simson, all’assessore all’ambiente Alberto Unia e a ogni cittadino che, nel suo piccolo, si impegna ogni giorno su questi temi.
E il grazie della Città a Covenant of Mayors (Patto dei Sindaci) per questo riconoscimento.

Ecco il testo del video:

Il Patto dei Sindaci (Covenant of Mayors) riconosce eccezionali risultati di villaggi, paesi e città europei, in termini di transizione energetica e azioni per il clima.

Quest’anno, come nei precedenti, tutti i firmatari del Patto hanno avuto l’opportunità di sottoporre le loro candidature, che sono state valutate dal Covenant of Mayors Office e dalla Commissione Europea.

Ora abbiamo i risultati, e sono lieta di annunciare i vincitori.

Nella categoria dei “Grandi firmatari”, il premio Covenant of Mayors va a Torino.
Torino è stata una delle prime città a sottoscrivere il patto, nel 2009.
Da allora, Torino ha dimostrato un impegno crescente nell’adottare politiche di transizione energetica e in azioni per il clima.

Torino ha già ridotto le sue emissioni di un terzo, rispetto al 1990. Superando gli obiettivi europei del 13%.

Il piano di azione sull’energia e il clima di Torino è pienamente integrato in tutte le politiche della Città ed è regolarmente aggiornato. Elemento che contribuisce direttamente a questi straordinari risultati.