Condividi


“Il maggiore Antonio Coppola comandante del nucleo investigativo dei carabinieri, autore delle principali indagini che hanno portato all’azzeramento dei vertici di Cosa Nostra, dovrà lasciare Palermo, smetterla di occuparsi di mafia per essere probabilmente trasferito al Nucleo tutela patrimonio culturale di Roma. “Promozione sul campo”. Il colonnello Paolo Piccinelli alla guida del Reparto Operativo. Il generale Teo Luzi. I colonnelli Giuseppe De Riggi e Pietro Salsano, che guidano i gruppi di militari a Palermo e Monreale. Tutti a contare i piccioni in P.zza San Marco. I vertici dell’Arma destineranno a quei delicati incarichi ufficiali con quasi nessuna esperienza in fatto di lotta alla mafia, ma piu’ sensibili alle pressioni romane. Trattativa Stato/Mafia parte seconda.” gennaro t., usa