Condividi

“Da alcuni documenti in nostro possesso, ci risulta che circa 115 rotabili stiano circolando sulla rete ferroviaria regionale senza che sia stata effettuata la revisione annuale prevista dalla normativa. Il Movimento 5 Stelle Lombardia ha subito presentato un’interrogazione (SCARICA QUI) all’Assessore Regionale ai Trasporti perché siano effettuate le doverose verifiche e si intervenga per individuare le responsabilità e sanare al più presto il problema.
Come ogni cittadino deve provvedere per legge alla revisione periodica della propria auto, anche i rotabili devono essere revisionati ogni anno. Ci risulta che circa 115 di questi stiano invece circolando senza revisione e siano stati immessi in esercizio, con decreto di Regione Lombardia, senza che sia avvenuta la prova di immissione su ogni singolo rotabile. Trenord e FerrovieNord hanno sempre ostacolato la nostra attività di controllo del loro operato, negandoci la documentazione che ci spetterebbe come consiglieri regionali.
Pensavamo che dopo lo scandalo “” di FNM, scoperchiato da noi del M5S, il management operasse un cambio di rotta in direzione della trasparenza nella gestione di beni e servizi pubblici. Ci sbagliavamo: il nuovo corso è in perfetta continuità con il passato Formigoniano. Abbiamo comunque ottenuto la documentazione, analizzato le normative e verificato le irregolarità.
Ci sono responsabilità anche di Regione Lombardia, azionista di maggioranza di FNM, di FerrovieNord e socio al 50% di Trenord, alla quale versa più di 400 milioni di Euro all’anno.
Regione Lombardia dovrebbe costantemente controllare che, per i rotabili messi in circolazione, sia rispettata la normativa. Quando si parla di sicurezza sui treni, l’Assessore Sorte e Trenord rispondono spendendo soldi per assumere 150 vigilantes. Intanto però si scopre che l’utenza viaggia su treni non revisionati. È questa la sicurezza?
Siamo veramente preoccupati e non ci fermeremo.” Iolanda Nanni, M5S Lombardia