Condividi

“Tutti a Roma per “Parlamento Pulito” e per dare il benservito ad una casta di…. cozze di partito incollate agli scogli del potere e dire basta ai loro assurdi privilegi, al finanziamento pubblico ai partiti, alle super pensioni con soli 2 anni di contributi, a benefit assurdi. Devono andare tutti a casa!. Sabato 10 settembre migliaia di cittadini scenderanno pacificamente a Roma. Una gita nella bella capitale e nei pressi di Montecitorio dove passando di fronte al Parlamento italiano, cittadini comuni, ricorderanno pacificamente, portando con loro una cozza ripulita con il nome di un parlamentare, che l’8 settembre 2007, 350.000 italiani firmarono una proposta di legge popolare che chiedeva. a)l’ineleggibilità dei condannati in via definitiva, b) limite di due mandati (10 anni), c) ripristino dell’elezione diretta dei parlamentari con la preferenza unica (vedi referendum 1991). E’ una proposta di legge elettorale che c’è già. Depositata in Parlamento, sottoscritta da centinaia di migliaia di cittadini in due week end, ma insabbiata nei cassetti di Camera e Senato. Chi sono i colpevoli dell’insabbiamento della richiesta di 350.000 cittadini? I partiti tutti che sono in parlamento; Pdl, Lega, Pd, Idv, Udc, Fini, radicali etc… Anche coloro che al tempo firmarono e aderirono se ne stanno zitti e muti. A terrorizzare i “leader di partito”, i professionisti della politica, è soprattutto la norma del 10 anni, 2 legislature e poi a casa! Come farebbero?”
G. F.