Condividi
Il calvario di Enrico
(7:50)

Mi ha chiamato un ragazzo, Enrico Turco. La sua storia è drammatica. Dopo 4 anni di esami diagnostici di ogni tipo fatti in Italia in cui è stato trattato come una cavia da laboratorio, in Thailandia gli è stato diagnosticato il saturnismo, un’intossicazione da metalli pesanti dovuti quasi sempre alle condizioni di lavoro. L’ospedale di Trieste non ha preso in considerazione gli esami stranieri, quelli che gli hanno salvato per ora la vita, e due giorni fa l’ha dimesso. Ora è a Milano e si sta curando privatamente, a proprie spese. Ha già speso 120 mila euro per cure ed esami. Ora deve anche pagarsi l’alloggio a Milano, il medico e i farmaci salvavita.
Enrico ci chiede un aiuto per continuare a vivere. Il suo conto corrente è:
Enrico Turco
UNICREDIT BANCA
IT 75 Z 02008 02201 000019516678

La storia di Enrico (espandi | comprimi)
“Ho 37 anni, mi chiamo Enrico Turco, vivo a Trieste e non avevo mai sofferto nessun tipo di malattia né di dolore. Ero una persona atletica che amava il ciclismo e la corsa che praticavo per hobby da 10 anni. Sono stato ricoverato il 21 settembre 2005 per violenti dolori addominali – intestino, stomaco e trachea – comparsi all’improvviso, in seguito ad uno esercizio fisico, uno sforzo intenso, di compressione fatto con l’addome e difficoltà a respirare – a dilatare la cassa toracica.
Esami eseguiti:
– 4 tac all’addome ad alta risoluzione e in quadricromia – negative
– 4 risonanze magnetiche all’addome, una al rachide e una alla testa – negative
– 2 AngioTAC
– 1 Scentigrafia Ossea
– 3 ECO al cuore per capire battito accelerato – negative
– hanno ripetuto 4 volte la colonscopia con prelievo ileocecale
– 4 volte la gastroscopia con prelievo della mucosa
– hanno ripetuto 3 volte la radiografia del tubo digerente con contrasto al bario
– varie RX, circa 20, all’addome, risulta sempre pieno di feci
– esami del sangue, globuli bianchi variabili tra 10 e 22 mila
– ricerca della celiachia
– ricerca di parassiti nelle feci – negative
– una endoscopia capsulare (telecamera che fotografa tutto il transito intestinale) fatta ad Aviano
– una Laparoscopia esplorativa fatta ad Udine
– battito cardiaco risulta accelerato. Prima pulsava 45 battiti/min dopo l’incidente 100 – 130, anche nel sonno quando e se dormivo
Endoscopia capsulare. : Transito intestinale è molto accelerato. Se mangio qualcosa viene espulsa in 4 ore completamente intera. L’esame non verrà preso in considerazione.
I dolori si sono mantenuti sempre della stessa intensità non si sono mai attenuati.

Mille ipotesi e nessuna diagnosi (espandi | comprimi)
Sono state fatte mille ipotesi: Morbo Chron, patologia auto immune dovuta Ebstein Barr Virus , depressione, lesione sistema nervoso che era stata una mia ipotesi (molto vicino alla verità) ma nessuno approfondirà questa ipotesi.
Sono stati sperimentati altri farmaci: immunosopressori per confermare la possibilità di una patologia autoimmune: SANDIMMUN neoral 100 mg 4 volte al dì, Metrotrexate e del cortisone- DeltaCortene 25 mg 3 volte al di, più Medrol-, somministrati ad alti dosaggi senza risultati aprezzabili . Nel frattempo ho avuto diversi collassi, e dopo il ricovero mi hanno trovato col potassio a 2.4 mEq/L, …nessuno mi ha dato spiegazioni. La perdita di potassio mi accompagnerà per tutti 4 anni – nessuno sa spiegarla – Mi hanno somministrato una flebo di potassio ad ogni ricovero e mi hanno dimesso: Tutto normale per i dottori!
Nelle fasi acute di dolore mi si modifica la voce, quasi sparisce, l’attivita intestinale è notevole, il rumori emessi dal mio intestino (allego file) nonchè i dolori sono assurdi; nessuno sa dirmi perchè ma continuano a dire che somatizzo…
Ho avuto dei buoni risultati con somministrazioni via intramuscolo di VITAMINA B1 100 mg 8 volte al dì (ho riportato l’informazione ai medici: non hanno capito nulla) Calcio e Potassio 7 grammi al giorno che hanno portati i livelli di Potassio e Calcio quasi nella norma e hanno alleviato abbastanza il dolore (riportato la cosa hai medici che non mi hanno spiegato il perchè). Oramai le VENE sono distrutte: l’infermiere deve fare 10 buchi per trovare la vena.
Se sospendo la terapia di potassio e calcio il livello nel sangue del primo scende a 2.5 mEq/L nell’arco di 10 giorni – si rischia INFARTO con il potassio basso. (Fin qui per i medici tutto normale, non ho nulla!).Con questa terapia si sono normalizzate le feci che hanno acquistato un diametro e consistenza quasi nella norma..Sono passati 4 anni a antidepressivi e morfina, mi hanno lasciato marcire a casa senza una diagnosi.
2009. Eseguo l’esame per Osteoporosi per conto mio perchè stò perdendo i denti : si sgretolano.
Enrico Turco (visita la pagina di Enrico su Facebook)