Condividi


Lettere come quella di Ivan mi arrivano ogni giorno. La sua mi ha colpito più di altre. Se qualcuno ha un lavoro da offrire, anche temporaneo, spedisca una mail al blog inserendo nel soggetto: “Offerta di lavoro per Ivan“.
Ciao Beppe,
sono Ivan di Milano 35 anni. Vivo con mia madre pensionata, siamo sardi, sono senza lavoro perchè non riesco a trovare un’occupazione che mi dia uno spiraglio di fiducia ancora nella vita perchè mi sto avvilendo sempre di più e ho paura di non farcela. Ho paura di arrivare sull’orlo del suicidio perchè non vedo nessuna porta da aprire dinanzi a me. Oggi non ho più l’auto perchè non ho soldi per pagarmi né assicurazione, né null’altro. E’ incredibile che la vita sia cambiata improvvisamente e che solo i ricchi possano vivere decentemente. Mi viene da piangere mentre scrivo perchè sono davvero troppo giù di morale e non so a chi chiedere aiuto, un consiglio, un piccolo lavoro. Sono esperto di informatica, parlo 3 lingue, sono di ottima presenza e sono un ragazzo che ama il rispetto e la verità. Ho paura, caro Beppe, paura di dover anch’io prendere la strada segreta della prostituzione maschile pur di aver in tasca qualche centesimo per riuscire a far la spesa, comprarmi un giubbino decente o semplicemente veder sorridere mia madre perchè vede il frigo con cibo dentro. Sì, perchè ora c’e’ solo l’impressione del cibo dentro 🙁 . Sto pensando di sparire, ma senza una lira e senza un tetto so già che fine farei. Sono credente e mi rivolgo a Dio ma forse lui ora è troppo preso per cose più gravi. Non voglio far parte anch’io della lista di “Chi l’ha Visto” . Ho paura Beppe, tanta paura. Un abbraccio.” Ivan