Condividi

di Beppe Grillo – Ringrazio tutti coloro che hanno sostenuto, lavorato e permesso l’accreditamento del Mater Olbia presso la Regione Sardegna.
Gli investimenti del Qatar nel Mater Olbia e nella ricerca avanzata che verrà sviluppata permetteranno lo sviluppo di cure per patologie che affliggono in particolare il popolo Sardo, come il diabete (la Sardegna ha la più elevata incidenza di diabete di tipo 1 fino ai 15 anni d’età, 4-5 volte maggiore rispetto alle altre regioni italiane), ma anche nuove strategie di medicina rigenerativa, medicina dello sport, prevenzione e cura di patologie croniche degenerative legate all’invecchiamento, all’alimentazione e stile di vita, per prolungare la longevità sana.
Siamo di fronte a un’opportunità eccezionale che potrà portare alla realizzazione di un polo di eccellenza Europeo, per sviluppare nuove cure, in collaborazione con i maggiori centri di ricerca internazionale, dal Qatar Biomedical Research Institute (QBRI) di Doha, ai centri della Diabetes Research Institute (DRI) Federation, della Cure Alliance, e alle eccellenze cliniche e scientifiche già presenti sul territorio Sardo.

La Sardegna potrà essere così al centro di un grande network internazionale per la cura e la ricerca.

Di seguito un articolo del Professor Camillo Ricordi e Marco Songini pubblicato tempo fa sul mio Blog.

Il Prof Camillo Ricordi è considerato fra i massimi esperti nel trapianto di “insulae pancreatiche”, ha lavorato con ricercatori di tutto il mondo nella messa a punto di strategie innovative per arrivare a al trapianto di isole pancreatiche senza dover ricorrere ai farmaci immunosoprressivi. Ha inventato il primo apparecchio al mondo che consente di separare e purificare le isole pancreatiche permettendo così di trapiantare solo le cellule pancreatiche che producono insulina e non l’intero organo. Il cosiddetto “metodo Ricordi” è attualmente utilizzato nei principali centri medici e nei laboratori che si occupano di cura del diabete e trapianto di insulae.
Dal 1996 è direttore del Diabetes Research Institute di Miami, il più importante centro medico per la cura del diabete. E’, inoltre, professore di chirurgia e Direttore del Centro dei trapianti di cellule presso l’Università di Miami e presidente della Fondazione Cure Alliance Onlus che si occupa di diabete giovanile di promuovere collaborazioni internazionali per la cura non solo del diabete.
E’ membro di numerose società scientifiche ed ha fondato la “Cell Transplant Society”. E’ fra gli esperti della sanità nominati dall’Unione Europea, dal National Institutes of Health (il NIH corrispondente dell’italiano CNR), della Canadian Diabetes Association e della Juvenile Diabetes Foundation.