Condividi
Una portaerei sotto Piazza Venezia
(17:00)

Una metropolitana tutta su ferro senza fermate che passa a 40 metri sotto il centro storico di Roma del costo di 5 miliardi. Neppure un think tank formato da Caligola, Nerone e Eliogabalo avrebbe potuto fare di peggio. Dove non ha potuto la follia imperiale sono invece riusciti Rutelli, Veltroni e Alemanno. Dio li fa e poi li inciucia.

Intervista a Antonio Tamburrino, esperto di mobilità
Il gran rifiuto di Rutelli ( espandi | comprimi)
“Buongiorno, sono il Prof. Tamburrino, mi interesso dei problemi della mobilità a Roma. Roma è in una situazione estremamente particolare perché è una città presente sullo stesso luogo da almeno 3 millenni e ha rappresentato nella Storia della civiltà la prima città in cui il problema del traffico è stato risolto in modo originale e scientifico

La prima metropolitana al mondo senza fermate ( espandi | comprimi)
Poi si ripresentarono le circostanze per riprendere in mano il progetto nel 2001 perché il governo, allora c’era il Governo Berlusconi, varò la “Legge Obiettivo” per realizzare le grandi opere e la linea C fu inserita nell’elenco. La portata dell’opera fu drasticamente ridimensionata, si passò da 30/40 mila passeggeri a soli 24 mila passeggeri

La portaerei di piazza Venezia ( espandi | comprimi)
Posso mostrare alcune immagini dove si vede in maniera comparata quello che comporta la vecchia metropolitana e quello che comporta la nuova. Possiamo vedere una sezione, abbiamo la linea del terreno e qui ci sono gli edifici, la strada, la piazza, quindi noi dobbiamo arrivare a questo livello per uscire o entrare dalla metropolitana,

Post precedente: “Metro C di Roma, 5 miliardi senza stazioni