Condividi

“Una settimana drammatica per il mondo intero, ancora sotto choc per gli attentati di Parigi. In Parlamento si è affrontata una discussione a volte accesa, in cui il M5S ha presentato le sue proposte e anche le sue critiche all’azione del governo che secondo noi non va nella direzione giusta per fermare e combattere il terrorismo. Come hanno affermato in aula Di Battista, Tofalo e Giarrusso l’Italia deve anzitutto dare più risorse alla sicurezza e all’intelligence, anziché tagliarle; cambiare rotta sulle missioni all’estero spesso inutili e costose; affamare il califfato tagliandogli le risorse come il petrolio, i finanziamenti (di Paesi troppo spesso da noi considerati “amici”) e la vendita di armi; e poi, uscire dallo strangolamento della crisi che impoverisce le stesse popolazioni europee.
A proposito di strangolamenti, al Senato Barbara Lezzi interviene sulla legge di stabilità: non solo è una rapina nei confronti del Sud e di tutto il Paese, ma è anche un vergognoso mercimonio tra i politici, in cui il bicameralismo è usato come merce di scambio per appoggi trasversali.
Anche da Bruxelles, alla conferenza “Euro il momento della verità” Marco Valli e Laura Agea sottolineano l’importanza del reddito di cittadinanza come misura di civiltà e la necessità di uscire dai parametri se non si vogliono uccidere le economie interne.
Alla Camera una vittoria del MoVimento e di una “pianta a 5 stelle”: grazie ad una nostra proposta, tornerà in Italia la coltivazione della canapa ad uso industriale. Beppe ne parlava da 10 anni…
Dal Senato, invece, Andrea Cioffi insieme all’economista Matteo Decina sottolinea l’importanza della banda ultralarga e della fibra ottica, indispensabili per l’innovazione e per dare un impulso all’economia del Pese.
Sempre al Senato, Giovanni Endrizzi sottolinea come il PD bocci ogni iniziativa del M5S vòlta a regolamentare il gioco d’azzardo e la pubblicità al gioco. Quante persone, tra cui tanti ragazzi, dovranno rimetterci ancora la salute e i risparmi?
Massimo De Rosa e Mirko Busto annunciano che il M5S aderisce alla marcia per il clima, e sarà presente ai negoziati di Parigi per raggiungere un accordo globale, promuovere un modello nuovo e sostenibile, e salvaguardare il pianeta.
Infine, di nuovo da Bruxelles, il nostro Dario Tamburrano ci invita a collegarci al portale Lex per fare proposte sulla revisione dell’etichettatura per l’efficienza energetica degli elettrodomestici, revisione ottenuta finalmente proprio dal M5S”.
M5s Parlamento