Condividi

Il Kosovo proclamerà la sua indipendenza dalla Serbia tra pochi giorni. L’ONU smobiliterà e al suo posto arriveranno 17.000 soldati della NATO e 1.800 forze di polizia europee. La disoccupazione raggiunge il 50%, le esportazioni sono il 6% delle importazioni, per l’energia dipende dalla Serbia. Il Kosovo è uno Stato fragile e con una corruzione dilagante. Meno che in Italia, ma di tutto rispetto.
Il blog ha intervistato Avni Zogiani della associazione ONG COHU! (Stand Up!/ Alzati!) di Pristina. Avni ha lanciato una campagna contro la corruzione del Parlamento kosovaro. Ha pubblicato in rete il profilo di 55 candidati coinvolti in episodi di corruzione. 28 non sono stati eletti, più del 50%. Da noi ne abbiamo cacciato solo uno su 24, Cesare Previti, circa il 4%. In Kosovo hanno maggiori garanzie. L’occupazione militare è un incentivo democratico.
Il blog pubblicherà l’elenco di prescritti, condannati in primo e secondo grado e in via definitiva presenti nelle future liste elettorali. Quando vedrete un loro cartellone aggiungete con il pennarello il reato per completare il curriculum.

Testo:
“Dovrebbe accadere verso la fine della settimana, molto probabilmente domenica o lunedì: le istituzioni del Kosovo dichiareranno l’intenzione, come la chiamano, di indipendenza; il Parlamento farà quindi una risoluzione. Una specie di indipendenza sotto supervisione che aprirà la strada a una nuova missione dell’Unione Europea. In pratica la missione ONU sarà sostituita da una missione europea…”

Leggi il testo completo

Leggi tutti i post della “Casta dei giornali

V2-day, 25 aprile, per un’informazione libera:
1. Inserisci le tue foto su www.flickr.com con il tag V2-day
2. Inserisci tuoi video su www.youtube.com con il tag V2-day
3. Sostieni il V2 day


Clicca l’immagine