Condividi


Chi causa le malattie ci guadagna. Chi le cura ci guadagna. Il malato spesso muore e il cerchio si chiude. Le testimonianze di chi riesce a guarire grazie all’informazione in Rete sono sempre più numerose. E per uno che è tornato a vivere, come Matteo Dell’Osso, uscito dal tunnel della sclerosi multipla, altri mille possono farcela. Inviate le vostre storie positive al blog. Renderle note è un servizio pubblico.
“Ti scrivo per le malattie croniche e per la ricerca finanziata dalle ditte farmaceutiche che non hanno lo scopo di guarire questa povera gente. Troppe volte si è tralasciato questo punto… La sclerosi multipla, il cancro, l’HIV eccetera si conoscono da tantissimi anni. Ho veramente dei seri dubbi sul fatto che queste patologie si vogliano veramente risolvere anche perché lavoro in ospedale (Genova, Galliera) e non capita quasi mai che qualcuno guarisca. Che cosa ci vanno a fare tutte queste persone in ospedale? Non vorrei mai che, tutti questi signori che “studiano” i pazienti e danno le statistiche con parole e frasi che fanno sembrare la realtà come non è, siano imbottigliati in problemi finanziari tra ditte e multinazionali che non sanno come devono spartirsi tutti quei soldi, dato che stiamo parlando di troppi zeri. Dall’altra parte c’è gente malata, e a me viene la pelle d’oca a pensare a questo! Bisogna approfittare del momento politico, e del tuo MoVimento per fare parlare la gente che ha risolto queste malattie o è sulla buona strada, dato che queste persone spesso vengono eclissate senza diritto di parola… è lì che bisogna pestare…: cibi OGM, industrie farmaceutiche, sistema bancario, l’industria della guerra.” Nicola P.