Condividi

di Giorgio Sorial, portavoce M5S Camera

“Hanno provato ad affossarla per ben due volte, ma alla fine la nostra tenacia ha avuto la meglio e oggi sarà ricordato come il giorno in cui la Camera ha detto finalmente stop alle auto blu, un privilegio che costa a tutti i cittadini italiani la bellezza di 400 milioni di euro l’anno.
Grazie a questa legge, voluta fortemente dal MoVimento 5 Stelle, tenuta a galla nei mesi e salvaguardata dagli attacchi della maggioranza, si pone finalmente fine all’acquisto di nuove vetture, mentre si procede alla vendita o al trasferimento alle forze dell’ordine di quelle usate. Si razionalizza il loro uso, mettendo in condivisione gli autoparchi fra più enti pubblici, e saranno sanzionati coloro che non si adegueranno.
Perché i privilegi sono difficili da mollare soprattutto dopo anni in cui sono stati garantiti fino a diventare un odioso status symbol, simbolo di potenza e sopraffazione. Con questa legge diciamo ‘basta’ a questo privilegio razionalizzando anche i costi. Solo una legge a 5 stelle poteva farlo. Ora attendiamo che il Senato si pronunci nella speranza che anche questa legge non segua le sorte di quelle sulla class action e sul whistleblowing, ferme a Palazzo Madama dopo un’approvazione a larga maggioranza.”