Condividi

La Commissione Europea ha dato il via libera alla vendita in tutta l’Unione del primo farmaco a base di cannabidiolo per il trattamento di due forme rare, ma gravi, di epilessia, la sindrome di Dravet e quella di Lennox-Gastaut.

La Commissione Europea ha approvato per la prima volta un farmaco a base di cannabis, l’Epidiolex, indicato per il trattamento di due forme rare ma gravi di epilessia, la sindrome di Dravet e quella di Lennox-Gastaut.

L’Epidiolex si presenta in forma liquida da assumere per bocca, come fosse uno sciroppo, non contiene la componente psico-attiva della cannabis, il tetraidrocannabinolo (thc), ma il cannabidiolo (CBD).

Il CBD, in aggiunta ad altre terapie antiepilettiche, è in grado di ridurre in modo significativo la frequenza e l’intensità delle crisi nei pazienti.

Il farmaco è stato testato in forme pediatriche di epilessia che non rispondono ai trattamenti tradizionali come la sindrome di Dravet e quella di Tourette, condizioni difficili da trattare che possono causare convulsioni multiple al giorno.

In base alla normativa offlabel, Epidiolex potrà essere impiegato anche al di fuori delle indicazioni terapeutiche autorizzate se ne ricorrono le condizioni.

Secondo i risultati di diversi studi clinici, la riduzione media nella frequenza delle crisi epilettiche varia dal 48% al 60%” e l’88% dei pazienti ha riportato un miglioramento delle condizioni generali secondo la scala Global Impression of Change.