Condividi

Ormai tutti i colossi GAFA (Google, Apple, Facebook, Amazon) si stanno lanciando nel settore sanitario. Amazon è entrato di fatto nelle farmacie online e Apple già da tempo monitora il nostro battito cardiaco; Google sta pensando di acquistare Fitbit, la società californiana che controlla, attraverso braccialetti al polso, l’attività fisica e lo stato della nostra salute. E ora è la volta di Facebook.

L’app di Zuckerberg consentirà agli utenti di scegliere se ricevere promemoria personalizzati su test sanitari e vaccini. Il nuovo strumento di salute preventiva dell’azienda si concentra sulla raccolta di informazioni sulle persone in merito a screening del cancro, controlli cardiaci e vaccini antinfluenzali, tutte misure che si spera possano aiutare le persone a prevenire condizioni critiche.

Lo strumento si chiama Preventive Health, ed è stato sviluppato insieme a società scientifiche (l’American Cancer Society, l’American College of Cardiology, l’American Heart Association e i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie); per ora è disponibile solo per gli utenti di Facebook negli Stati Uniti.

Partendo dall’età e dal sesso di un utente – dati recuperati dal proprio profilo Facebook – l’app fornisce un elenco di esami consigliati, da una colonscopia a un test delle feci o una TAC.  Gli utenti possono così pianificare un esame da fare e se non hanno un medico di base, possono anche cercare su una mappa centri sanitari qualificati a livello statale.

Dopo il caso di Cambridge Analytica viene spontanea la domanda sulla salvaguardia dei dati. Freddy Abnousi, responsabile della ricerca sanitaria di Facebook, ha affermato che il sistema non è collegato a nessuna cartella clinica o studi medici.