Condividi

di Beppe Grillo – Rivediamo insieme tutti gli articoli della 132esima settimana del Blog. Buona lettura e buona domenica dall’Elevato!

Gioia Tauro e Taranto possono rendere l’intero sistema portuale italiano protagonista delle rotte mediterranee ed europee.
L’Italia in questo modo rientrerebbe a pieno titolo nella Via della Seta Marittima. Leggete qui.

Il clima ha raggiunto un punto di crisi globale. Abbiamo avuto dieci anni di record climatici estremi, incendi che hanno bruciato l’Australia, la Siberia, la California e l’Amazzonia, e le inondazioni in Cina, Bangladesh e India. I prossimi dieci anni, fino al 2030, dovranno vedere la trasformazione più profonda che il mondo abbia mai conosciuto. Questa è la nostra missione.

Quali sono le figure professionali e le competenze richieste dalle aziende nell’immediato futuro? Ecco tutti i dati dell’ultimo rapporto sul futuro del lavoro del WEF.

C’è campo sulla Luna? Entro il 2022 si! Il produttore finlandese Nokia è stato scelto dalla NASA per implementare una rete cellulare LTE/4G sulla luna. 

Nel 1968 le nazioni del mondo firmarono il “Trattato di non proliferazione nucleare”, per il disarmo, la non proliferazione e l’uso pacifico del nucleare. E se accadesse la stessa cosa per petrolio, gas e carbone? Ecco il “Trattato di non proliferazione dei combustibili fossili”. 

Qualche anno fa a Londra eseguirono un esperimento interessante: una somma di denaro ai senzatetto della City. In Canada, ora, un’organizzazione benefica ha voluto emulare l’iniziativa e ha portato a termine il progetto New Leaf. Ecco i risultati dell’esperimento.

Il popolo boliviano sconfigge multinazionali e golpisti in un sol colpo. Luis Arce, con il 52% dei voti stacca di 20 punti il rivale Mesa del “cartello delle destre” Comunidad Ciudadana, e diventa il nuovo Presidente della Bolivia, ribaltando in poco meno di un anno il golpe messo in atto da militari e reazionari ai danni dell’ex Presidente Evo Morales. “Para el pueblo lo que es del pueblo!

La condanna di Profumo non ha come effetto la sua decadenza, ma le dimissioni restano una questione di opportunità, sensibilità, dignità, senso civico e spirito di servizio nei riguardi dell’azienda e del suo principale azionista (lo Stato). Se l’A.D. Profumo non dovesse raccogliere l’invito a dimettersi, l’azionista Stato batta un colpo e lo sfiduci. Leggete qui.

In un recente studio clinico è stato scoperto che il farmaco antitumorale bexarotene rigenera la guaina mielinica, il bersaglio della malattia autoimmune chiamata sclerosi multipla. Ecco la scoperta. 

E sempre in ambito salute ecco i risultati definitivi dello studio clinico del Remdesivir, per ora l’unico farmaco antivirale approvato per la terapia contro il COVID-19.

La crisi del coronavirus ha fatto sì che si compissero idee e progetti che altrimenti sarebbero rimasti nel cassetto legislatura dopo legislatura. Un esempio molto chiaro è quello che sta avvenendo a Parigi.

Come sempre vi ricordo la raccolta firme per l’introduzione di un reddito universale europeo. La Commissione europea ha deciso di autorizzare l’ECI-UBI, l’Iniziativa dei Cittadini Europei per l’introduzione di un reddito di base incondizionato negli Stati membri dell’Europa. L’iniziativa prevede la raccolta di almeno 1 milione di firme (qui online) da parte di cittadini europei che risiedono nei diversi stati membri. La raccolta delle firme si concluderà il 24 settembre 2021. Votate qui!