Condividi

I re indiscussi del triphop, i Massive Attack, hanno pubblicato “Eutopia”, un Ep audiovisivo composto da 3 tracce presentate attraverso videoclip disponibili su YouTube. In questi 3 brani il gruppo di Bristol tratta di cambiamento climatico, paradisi fiscali e reddito universale, con la narrazione parlata affidata a 3 esperti: Gabriel Zucman, professore di economia presso l’Università della California; Christiana Figueres, ex segretario esecutivo delle Nazioni Unite, e l’economista Guy Standing.

Nel video sul Reddito Universale la voce dell’economista britannico Guy Standing, ex consigliere economico di John McDonnell del Labour e cofondatore del Basic Income Earth Network, pronuncia queste parole: “Negli ultmi 40 anni in quasi tutti i paesi del mondo i proprietari di beni materiali, finanziari e intellettuali hanno acquisito una quota crescente delle entrate, mentre la quota destinata a coloro che fanno affidamento sul lavoro si è ridotta. Oggi, una minuscola oscenamente ricca plutocrazia e una classe di facoltosi impiegati si confrontano con un crescente precariato, composto da milioni di persone con vite ridotte sul lastrico con guadagni altalenanti, fermi e incerti e che vivono ai limiti di un debito insostenibile. Questi andamenti sono il risultato di decisioni politiche che hanno reso le economie e le società più fragili e meno resistenti ai vari dissesti. Hanno sollevato otto giganti che bloccano la strada verso una buona società. Disuguaglianza, insicurezza, debito, stress, perdita dei diritti, robotizzazione, cambiamento climatico e populismo neofascista. Le pandemie possono diventare il nono gigante. Per sfuggire alla crisi economica e affrontare questi 9 giganti. Ciascuno di noi ha bisogno di una sicurezza economica di base. Questo è un interesse pubblico e migliorerebbe la sanità pubblica. Un modesto e regolare reddito di base, corrisposto a tutti gli individui, come un diritto, senza condizioni, aumenterebbe anche la domanda di beni e servizi basilari, avviando la vera economia. Potrebbe essere recuperato dai più benestanti attraverso il sistema fiscale. Finchè non c’è una soluzione, il reddito di base come diritto salverebbe milioni di persone da difficoltà economiche contenendo il numero dei senzatetto, dei suicidi, la fame. Rafforzerebbe la resilienza aiutando le persone ad affrontare meglio le avversità e aiuterebbe la ripresa, dando alle persone la possibilità e la sicurezza nello spendere. Inoltre  ci sarebbe un uso molto più equo delle risorse pubbliche, rispetto all’attuale raggiro, di schemi selettivi. A lungo termine esperimenti in vari paesi hanno dimostrato che la sicurezza del reddito di base porti ad una migliore sanità, una riduzione del debito, un lavoro più produttivo, una migliore condizione delle donne e delle relazioni familiari più armoniose. Ed è conveniente soprattutto se finanziato da eco-tasse e da fondi del capitale nazionale. Può e deve essere fatto”.

Il video termina con la frase di Thomas More: “Sarebbe molto più importante fornire a chiunque i mezzi basilari di sostentamento, in modo che nessuno si trovi nella spaventosa necessità di diventare prima un ladro e poi morire” Utopia, 1516