Regione Toscana: 300 persone con gravi disabilità aspettano risposte

di Beppe Grillo – Succede in Toscana, un grido di dolore che per troppo tempo è rimasto inascoltato, ma che questa volta ha varcato le porte della Regione Toscana nella speranza di venire accolto.

Dopo una settimana di presidio in piazza, Luigi Gariano da ieri ha occupato pacificamente la Sala Pegaso del Palazzo Sacrati di Firenze, per difendere i diritti delle persone con grave handicap, che reclamano il diritto ad una vita indipendente.

Quasi 9 milioni di stanziamenti governativi sono arrivati alla Regione Toscana, fondi attesi da anni, destinati a progetti di vita indipendente ma che non sono mai arrivati a destinazione. Dietro codicilli nebulosi si cela l’ombra delle RSA.

E’ questa la protesta di Luigi, un no legittimo ad un sistema che sta negando il sacrosanto diritto di rimanere a vivere a casa propria e non quello di finire in una RSA.

La Regione Toscana ormai da 5 anni non incrementa i fondi per progetti di “vita indipendente” per le persone con disabilità gravi. A livello regionale c’è una graduatoria di lista di attesa di oltre 300 disabili gravi che aspettano invano!

Luigi è ormai da 24 ore nel Palazzo della Regione Toscana, dove nessuno dai piani alti ancora si è fatto vedere! Cosa si sta aspettando?

Mi unisco alla pacifica battaglia di Luigi, nella speranza che la Regione finanzi SUBITO i progetti di “vita indipendente”, quelli veri!

 

P.s. Mi è stato appena comunicato che il Signor Nevio, che da una settimana era insieme a Luigi e molti altri in piazza a manifestare, è stato portato poco fa d’urgenza in ospedale per gravi problemi cardiaci. Forza Nevio, non mollare!